Analisi tecnica FTSEMib: abbiate paura!

In una fase così impegnativa diamo solitamente dei consigli che in passato sono stati molto utili. Facciamolo ancora una volta: è quasi sempre così, prima di ogni discesa le oscillazioni si fermano e si verifica il sonno

di Fabio Pioli, trader professionista e fondatore di CFI Independent Financial Advisory (www.cfionline.it).

mercati azionari_2Quanto è importante questa fase del mercato! E quanto è pericoloso per chi non riesce a percepirne l’imponenza e la criticità! In effetti, si parla di formare asset, preservare asset o bruciare asset ma nel radar dell’investitore medio c’è calma piatta, tranquillità apparente, nessuna o quasi nessuna preoccupazione.

Quasi sempre è così: prima di ogni discesa le oscillazioni si fermano e si dorme; le antenne che segnalano il pericolo si abbassano e si resta sorpresi dalla caduta (vedi cosa è successo nel 2011, nel 2015, nel 2018, nel 2020 (Figura 1). E ogni volta che siamo stati qui su queste pagine di SoldiOnline a prevederlo, ti ricordi?

analisi-tecnica-ftsemib-6-giugno-2022-1

Fig 1. FTSEMib Future – Grafico mensile

Ma questa volta è anche peggio, molto peggio. Perché il risparmiatore medio è diventato dipendente dalle gocce e non le vede più come un rischio ma come un’opportunità. Dorme doppiamente (perdonatemi per il linguaggio rozzo ma per il resto non siete efficaci nel svegliarlo).
Infatti in questo periodo sento molti che dicono: ho sbagliato in passato (solitamente pre 2020) a comprare ENI (o Intesa Sanpaoloma gli esempi sono tanti) ma sono stato bravo a tenerli e ora ci guadagno.

Un errore enorme viene scambiato per una prova di abilità. L’errore di aver comprato male è perdonabile dal mercato ma l’errore di non gestire il rischio vendendo in perdita marginale appena si nota una direzione indesiderata (stop-loss) il mercato finge di perdonarlo una volta, due ma al fine non perdona. Anzi, a pensarci bene, è l’unico modo per azzerare il tuo capitale.

So bene che non mi crederò perché ormai l’esperienza positiva è troppo radicata nella coscienza di quel tipo di risparmiatore ma l’esperienza mi insegna che prima o poi, su ogni titolo, su ogni strumento finanziario, accade l’imprevisto. Ma potrebbe essere questo il momento o sarà tutto rimandato? Come dicevamo in apertura dell’articolo, questa fase del mercato è davvero importante e grandiosa.

Da un lato, il trend di lungo periodo è oggettivamente positivo: con la detenzione dei 23.000 punti futures sul FTSEMib, livello più volte identificato come supporto a lungo termine, il mercato, così come ogni singolo titolo, ha dichiarato di non essere ribassista ma rialzista; quindi potrebbe essere pronto ad alzare la testa e superare i 28.100 punti per viaggiare verso 36.000, che è la proiezione della laterale in vigore da più di 14 anni a questa parte (Figura 2).

analisi-tecnica-ftsemib-6-giugno-2022-2

Fig 2. FTSEMib Future – Grafico mensile

D’altra parte, c’è la figura sul grafico giornaliero, che appare ribassista all’analisi e il lato forte che dura da oltre 50 sessioni che provoca un’esplosione dei prezzi (Figura 3).

Entrambi questi aspetti non fanno ben sperare e se il grafico dovesse dire il vero, sotto i 21.065 ci sarebbero spazi immensi di opportunità ribassiste e, a malincuore, il possibile game over finale per la tipologia di saver di cui abbiamo parlato.

analisi-tecnica-ftsemib-6-giugno-2022-3

Fig 3. FTSEMib Future – Grafico giornaliero

Come risolvere la questione? Gradualmente. Innanzitutto consideriamo che il livello che funge da tetto relativo alla discesa (che prima era 26.000) ora passa per 25.200 punti. Quel livello può rappresentare, se superato, motivo di parziale ottimismo. Ottimismo che prevarrebbe sicuramente solo al di sopra dei 28.100 punti futures del FTSEMib.

Secondo: noi di CFI abbiamo un possibile segnale corto sull’indice italiano circa 23.700 punti. Questa eventualità, riportando probabilità a favore di oltre l’80%, potrebbe essere molto significativa.

Di certo, come già scritto, sotto i 21.065 punti il ​​trend ribassista si sarebbe rivelato a tutti.

La titolarità dell’analisi che riportiamo qui è dell’autore della stessa, e l’editore – che ospita questo commento – non si assume alcuna responsabilità per il suo contenuto e per gli scopi per i quali il lettore lo utilizzerà. L’autore annuncia che questa presentazione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento su uno o più strumenti finanziari e opinioni sul valore o prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è intesa come comunicazione di marketing. In quanto tale non rappresenta una ricerca redatta in conformità ai requisiti di legge volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto di divieto di negoziazione da parte di analisti e soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimento.


Leave a Reply

Your email address will not be published.