Anteprima Nuova Lexus RX: l’ibrida diventa turbo

Design più sportivo, cura costruttiva di altissimo livello e una gamma di motorizzazioni all’avanguardia: RX 350h full hybrid da 245 CV, RX 450h + ibrida plug-in da 306 CV e l’innovativa RX 500h con motore sovralimentato, cambio automatico a sei rapporti e potenza gestita da 371 CV con trazione integrale attiva Direct4

Gianluigi Giannetti

– bruxelles

Nel 1998 ha superato l’idea della sport utility, forse appena nata, e l’ha portata nelle dimensioni e nelle ambizioni di un’auto premium. Nel 2005 è diventato il primo SUV ibrido della storia, in un momento in cui la lotta alle emissioni non era certo sentita da tutti, ma semmai capita da pochi. La Lexus RX con i suoi 3,5 milioni di unità vendute finora nel mondo, di cui 300.000 in Europa, è un best seller che appartiene alla categoria delle auto che non interpretano il mercato ma lo inventano e lo trascinano. Nient’altro che questo modello racconta come sia stato raggiunto e superato l’obiettivo del marchio Lexus, nato nel 1989 come Luxury EXportation United States per rispondere ai nomi del lusso tedesco. Ora tocca alla concorrenza trovare la stessa sintesi tecnologica tra le auto ibride ed elettriche della nuova e della Lexus RX di quinta generazione. Arriva in Europa con tre motori elettrificati, ovvero RX 350h full hybrid, a cui si aggiungono RX 450h+ con sistema ibrido plug-in e soprattutto la variante RX 500h, che porta al debutto un sistema turbo ibrido ad alte prestazioni abbinato a trazione integrale intelligente Direct4. La nuova Lexus RX è prenotabile in Europa a partire dal 1 giugno, con le prime consegne previste a inizio 2023 e prezzi ancora da definire, ma Gazzetta Motori l’ha già incontrata in anteprima.

taglia

La nuova Lexus RX nasce sulla piattaforma modulare GA-K, che condivide con il modello NX e ovviamente con altre vetture del gruppo Toyota che puntano nativamente sui motori ibridi. La sorpresa, semmai, è notare quanto potenziale abbia ancora da esprimere questa base telaio in termini meccanici e, ancor di più, in termini di design. La vettura è lunga 4.890 mm, esattamente come la generazione precedente, ma tutte le altre misure caratteristiche cambiano, riducendo l’altezza complessiva di 10 mm a 1.710 mm, con un aumento della larghezza di 25 mm che porta il totale a 1.920 mm, con carreggiata più larga di 15 mm all’anteriore e 50 mm al posteriore. L’effetto è quello di una Sport Utility più slanciata, dominata dall’elemento frontale con griglia a clessidra che contraddistingue i modelli Lexus, ma molto più integrata nel complesso dei tripli fari a LED a taglio orizzontale e delle luci diurne a L.

LEXUS RX, IL DESIGN

Le fiancate sono letteralmente caratterizzate da ampi passaruota che accolgono cerchi fino a 21″ di diametro e il look sportivo è reso di grande effetto dal montante posteriore nero, che crea l’illusione di un tetto galleggiante che scivola verso una coda con gruppi ottici orizzontali , il nuovo marchio in posizione centrale e soprattutto lo sbalzo dietro le ruote posteriori ridotto di 60 mm Non è un caso, perché in questo ambito si è lavorato molto attentamente intorno alle nuove sospensioni multi-link, studiate per una migliore stabilità laterale e maggiore rigidità, anche grazie al disegno delle traverse e dei rinforzi.La nuova RX pesa 90 kg in meno rispetto alla generazione precedente, e questo grazie alla raffinatezza della piattaforma GA-K con acciai ad alta resistenza per i montanti centrali e il tetto , oltre all’alluminio per i parafanghi e il cofano.

Interni

“Omotenashi” è una di quelle espressioni che nella lingua giapponese ha una serie di significati progressivi. Lexus lo ricorda spesso e sulla nuova RX ci sono tutti. Accogliere, sentirsi accolti sinceramente: questa è la traduzione di un concetto che nell’interior design automobilistico significa prima di tutto una sequenza di linee nette, dimensioni ben definite e un profilo della plancia che è la naturale prosecuzione di quello del motore cappuccio. La percezione dello spazio è sinonimo di trasparenza. Idea Lexus di una qualità raccolta in silhouette minimaliste e materiali accuratamente assemblati di grande fattura. L’abitabilità per cinque passeggeri aumenta molto grazie all’aumento della distanza tra occupanti anteriori e posteriori e ai sedili anteriori di nuova concezione, con schienali più compatti, ma con lo stesso alto livello di supporto ergonomico intorno alla vita e all’altezza delle spalle. sta anche nel rinunciare all’utilizzo di pelli animali, con una sensibilità che ha portato alla scelta di varianti sintetiche di grande resa anche al tatto.

la svolta del turbo ibrido

La nuova RX segna un’evoluzione storica dello schema del motore ibrido utilizzato dall’intero gruppo Toyota dal 1997, anno del debutto della prima generazione di Prius. Senza mezzi termini, ecco il messaggio della versione RX 500h, che è la prima vettura dell’intero gruppo nipponico a utilizzare un sistema turbo ibrido, con una potenza complessiva di 371 CV. Il tema non è solo l’adozione di un motore a benzina sovralimentato da 2,4 litri, ma soprattutto il nuovo rapporto tra il powertrain elettrico e il cambio, che si scambiano letteralmente posizione rispetto a quanto visto finora. Nel sistema Toyota, infatti, la trasmissione E-CVT è interposta tra il gruppo termico e il secondo motore elettrico, che sulla RX 500h è montato in serie al quattro cilindri, ed è dotato di frizione su entrambi i lati. Il cambio è quindi a fine corsa, ed è un automatico a 6 rapporti di tipo tradizionale.

sistema ibrido in serie

Inevitabile pensare a come questo schema renda estremamente più flessibile il funzionamento del motore ibrido, che diventa “in serie”, sintesi tra auto ibrida ed elettrica. Lo dimostra ancora di più il sistema Direct4, una trazione integrale intelligente ed elettrificata con motore posteriore da 80 kW di potenza, marce e centralina posta tra le ruote. Direct4 bilancia costantemente la potenza e la coppia tra l’asse anteriore e quello posteriore in qualsiasi situazione di guida, spostando automaticamente e senza interruzioni la forza motrice tra i due assi in millisecondi, più velocemente di qualsiasi sistema meccanico, ma gestendo anche l’assetto in modo attivo, ovvero equilibrando i movimenti della vettura in accelerazione e naturalmente in uscita di curva.

Full hybrid e plug-in hybrid

L’elettrificazione come metodo. Oltre al nuovo turbo ibrido, Lexus RX offre altre due diverse varianti di motore ibrido, a partire dalla variante full hybrid di quarta generazione disponibile sulla nuova Rx 350h. Il propulsore con motore a benzina da 2,5 litri eroga 245 CV e consente un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,0 secondi, paragonabile all’attuale RX 450h, quest’ultimo modello che si innova sostanzialmente passando alla sigla Rx 450h+.

trazione integrale intelligente

Il motore è ora un ibrido plug-in, con un quattro cilindri da 2,5 litri e una batteria ricaricabile agli ioni di litio da 18,1 kWh. Un secondo motore elettrico posteriore consente una trazione integrale intelligente e permanente. Il sistema ha una potenza complessiva di 306 Cv, accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 7 secondi, autonomia in modalità elettrica pari a 65 km, mentre i consumi raggiungono il limite minimo di 1,1 l/100 km.

connettività

Meno tradizionale è la traduzione del termine “Tazuna”, ovvero la sensazione di controllo rapido di ciò che accade intorno, che in questo caso significa aver costruito un’interfaccia utente composita. Lo schermo multimediale, il display multi-informazioni, l’indicatore principale, gli strumenti e l’head-up display sono raggruppati in modo che il loro contenuto possa essere letto con il minimo movimento degli occhi e della testa. Il touchscreen da 14″ di serie ha una grafica HD per un’ottima visibilità in ogni condizione di illuminazione, mentre la CPU è 3,6 volte più veloce del sistema precedente. Oltre alla navigazione integrata di serie, il modulo di comunicazione dati offre connettività sempre attiva, con real-time informazioni temporali su eventi del traffico, incidenti e condizioni stradali.Il nuovo sistema multimediale include l’assistente vocale intelligente “Hey Lexus” che risponde a domande e comandi impartiti in un linguaggio più naturale.Funzioni remote Lexus Link come analisi di guida, coaching ibrido, monitoraggio del livello del carburante e funzione “trova la mia auto”, nel caso della RX 450h + ibrida plug-in ne vengono aggiunti di nuovi come il monitoraggio del livello della batteria e la pianificazione della ricarica.

Gli ada

Se negli ultimi anni abbiamo imparato a non tenere a distanza le idee di lusso e sicurezza è anche merito di auto come la RX. Nel 2016 è stato il primo modello Lexus a ricevere la tecnologia Lexus Sistema di sicurezza+, un pacchetto integrato di dispositivi di assistenza alla guida che ritroviamo ormai alla terza generazione e ancor più in grado di riconoscere situazioni di possibile collisione o ostacoli sensibili come pedoni, cicli e motocicli. Sono stati apportati miglioramenti anche alControllo adattivo della velocità di crociera in modo che ora riconosca più rapidamente i cambi di corsia di quelli che precedono e, insieme agli aggiornamenti alla Assistenza al tracciamento della corsia, segui una linea più naturale attraverso le curve. L’ACC può rispondere a più segnali e comandi, inclusi segnali di avvertimento e segnali di stop. Il sistema arriva anche su RX Servosterzo attivo, che determina quando esiste un’elevata possibilità di collisione con un pedone davanti o con un oggetto e utilizza anche lo sterzo per evitarlo. Il Lexus Sistema di sicurezza+ è standard su tutte le versioni europee, ma è un pacchetto esteso che include il Assistenza cambio corsia (Lca), che supporta l’autosterzata per il cambio di corsia in autostrada e la Avviso di traffico trasversale anterioreche utilizza il monitoraggio radar per avvisare il conducente dell’avvicinarsi del traffico da entrambi i lati.

Specifiche Lexus Rx

  • Dimensioni: lunghezza 4.890 mm, larghezza 1.920 mm, altezza 1.710 mm, passo 2.850 mm;
  • Motorizzazione RX 350h: sistema full hybrid, motore a benzina quattro cilindri da 2.500 cc, potenza del sistema ibrido totale 245 Hp / 180 kW, coppia del sistema 335 Nm; batteria al nichel-metallo idruro; quattro ruote motrici; trasmissione, e-cvt; accelerazione 0-100 km/h 8 s; consumo medio 6,4 l/100km;
  • RX 450h + motore: sistema ibrido plug-in, motore a benzina quattro cilindri da 2.500 cc, potenza del sistema ibrido totale 306 CV / 225 kW; coppia del sistema 572 Nm; batteria agli ioni di litio; quattro ruote motrici; trasmissione, e-cvt; accelerazione 0-100 km/h 7 s; consumo medio 1,1 l/100km;
  • Motorizzazione RX 500h: sistema full hybrid, motore turbo benzina quattro cilindri da 2.400 cc, potenza del sistema ibrido totale 371 Hp / 273 kW; coppia del sistema 645 Nm; batteria al nichel-metallo idruro; cambio automatico a 6 marce; quattro ruote motrici; accelerazione 0-100 km/h, 5,9 s; consumo medio, 8,2 l/100 km.



Leave a Reply

Your email address will not be published.