Finali Nazionali U15. A | X Armani Exchange Olimpia Milano (M) e Roma Team Up (F) Campioni d’Italia 2022

Finali Nazionali U15.  A |  X Armani Exchange Olimpia Milano (M) e Roma Team Up (F) Campioni d'Italia 2022

A | X Armani Exchange Olimpia Milano (maschile) e Roma Team Up (femminile) sono i Campioni d’Italia nella categoria Eccellenza Under 15. I verdetti sono arrivati ​​al termine di una settimana di gioco tra Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste.

Nel torneo maschile la A | X Armani Exchange L’Olimpia Milano conquista il titolo battendo l’Aquila Basket Trento in una bellissima finale con il punteggio di 67-59, conquistato solo nei minuti finali. Lonati è il capocannoniere dell’Olimpia con 19 punti. Così il tecnico milanese Simone Halabi: “Sapevamo che sarebbe stata una finale molto dura ma non ci siamo mai disuniti continuando a giocare insieme. Sono molto orgoglioso dei ragazzi e dei progressi fatti nel corso della stagione”. Terzo posto alla Smg Basket School Latina, che ha avuto la meglio sulla Virtus Bologna 71-60 (34 Perez).

Nel torneo femminile, la Roma Team Up ha battuto in finale la Libertas Trieste con il punteggio di 60-58 trascinata dai 25 punti di Hassan. Così il tecnico dei romani Tommaso Moscovini: “Complimenti a Trieste perché è stata una bella finale anche grazie ai nostri avversari. Tantissimi complimenti alle mie ragazze perché hanno mostrato carattere e determinazione dall’inizio alla fine. Meritano questo titolo”.

Terzo posto per Limonta Costa Masnaga, che ha battuto Ororosa Bergamo 57-37 (26 Gorini).

Finale Under 15 Maschile – Trofeo Claudio Papini

Finale 1°/2° posto

Aquila Basket Trento 2013 – A | X Armani Exchange Olimpia Milano 59-67

Partiamo dalla fine: se dopo la finale femminile era difficile immaginare un’altra partita tanto equilibrata quanto intensa di emozioni, Milan e Trento hanno dimostrato la bellezza del basket giovanile, regalando al pubblico del PalaCrisafulli un vero spettacolo. Trento parte con più fiducia chiudendo il primo set sopra il 4, allungandosi fino a +13 (26-13) a metà del secondo periodo. Ma il Milan piazza il controbreak sul 20-2 che stordisce gli avversari, con Lonati che segna 7 punti in pochi minuti. Si va al lungo intervallo con il Milan in vantaggio di soli due punti, il bilancio caratterizza anche il terzo quarto (50 in tutto) con la tripla di Placinschi che riporta Trento in pieno svolgimento per il titolo. Gli ultimi dieci minuti mostrano per il Milan uno Youssef autore di 10 degli ultimi 14 punti, con Trento che paga cara la tensione negli ultimi possessi che produce delle velenose palle perse. Il Milan vince il titolo mettendo quattro giocatori in doppia cifra: Lonati (19), Youssef (17), Garavaglia (14) e Karem (11). Complimenti a Trento che è andata vicinissima al titolo, per la squadra di coach March citazioni per Placinschi (17), Tobia Triggiani (15), Beccara e Dorigotti che chiudono con 10 punti.

Aquila Basket Trento – Olimpia Milano 59-67 (15-11, 18-24, 17-15, 9-17)

Aquila Basket Trento: Trigianni 15 (5/10, 1/4), Placinschi 17 (5/12, 2/2), Beccara 10 (4/6), Zanella 4 (2/3), Dorigotti 10 (4/13) ), Dei (0/1, 0/2), Iobstraibizzer, Tonina, Andreatta (0/1), Papa, Trigianni 2 (1/1), Mazzurana 1. All. Marzo

Olimpia Milano: Omar 11 (4/11, 1/6), Agnoletto (0/2, 0/1), Lonati 19 (8/19, 1/6), Garavaglia 14 (4/10, 1/7), Gerbasio 2 (1/1, 0/1), Campo (0/1), Greco, Youssef 17 (7/11, 1/3), Belli (0/1, 0/2), Ghezzi, Cortellino (0 / 1, 0/1), Lomartire 4 (2/4, 0/1). Mandrie Halabi

Finale 3°/4° posto

Palla della virtù. Bologna – Smg Basket School Latina 60-71

Grande intensità per la gara che stava regalando il terzo posto in Italia. Il Bologna parte con il piede giusto con i punti di Farina e l’energia di Maurizi, ma Latina resta sulla scia del solito Perez. Nel secondo quarto le squadre esauriscono velocemente il bonus, ma nessuna riesce a sfruttarlo dalla lunetta. Ravaioli esce per Latina, che chiude di un punto il primo tempo. Nel terzo periodo regna ancora l’equilibrio, per il Nero Vs Gorgati entra in gioco e inizia a bucare regolarmente la retina, ma per Latina ci sono Perez e Ravaioli, che fanno tripla

molto pesante per avere un impatto sulla gara. Le squadre continuano appaiate anche negli ultimi 10′, fino a quando le triple su corner di capitan Perez firmano un break fatale per la Virtus.

Virtus Bologna – SMG Basket School 60-71 (14-13, 19-19, 15-16, 12-23)

Virtus Bologna: Maurizi 5 (1/6, 1/4), Baiocchi 14 (4/9, 1/3), Cavalli 2 (1/3, 0/1), Accorsi 2 (1/2, 0/4) , Farina 13 (5/8, 1/2), Gabriele 4 (1/3, 0/1), Bonetti, Corriere, Berlati 5 (1/1, 1/2), Venturi (0/2 di tre), Gorgati 15 (3/5, 2/4), Ussia. Mandrie Venturi

SMG Basket School: Ravaioli 21, Tamaucau 2 (1/9), Antinori 2 (1/3, 0/2), Perez 34 (8/17, 3/4), Talano 4 (2/5), Bottoni 2 ( 1/1), Macaro 2 (1/3, 0/1), Pistilli, Colarullo (0/1 di tre), Zanier (0/2, 0/3), De Domenico 4 (2/5). Mandrie Selzano

Classifica finale

1a A | X Armani Exchange Olimpia Milano

2° Aquila Basket Trento 2013

3° Scuola Basket Smg Latina

4° Palla della Virtù. Bologna

Miglior quintetto

Maikcol Perez (SMG Latina)

Achille Lonati (Olimpia Milano)

Cesare Placinschi (Aquila Trento)

Matteo Baiocchi (Virtù Bologna)

Diego Caravaglia (Olimpia Milano)

Miglior allenatore

Claudio March (Aquila Trento)

Finale Under 15 femminile

Finale 1°/2° posto

Roma Team Up – Libertas Gym e Bk Trieste 60-58

Trieste parte con un parziale di 8-0 grazie a Morri e Iannello a cui la squadra capitolina risponde con un parziale contropiede che impatta la partita, firmato Hassan. Sfumata la tensione iniziale, i due finalisti iniziano a dare spettacolo sul parquet del Pordenone: sul 23 pari è il triestino Tigrotte – trascinato di 6 punti da Iannello – a chiudere il primo tempo davanti a 9. Ma la Roma, dopo essere andata via sotto di 12 punti (27-39), trova una reazione di orgoglio unanime (4 giocatori hanno segnato) e si avvicina al 36-41. Trieste, però, riesce a chiudere in vantaggio di 1 prima degli ultimi dieci minuti di batticuore in cui Hassan, Brandimarte e Lami firmano il sorpasso sulle ragazze triestine che sbagliano diverse conclusioni. Il grande cuore triestino porta sul 5-0 di Ianezic e Iannello (53-52), Diagne prende la cattedra in difesa e lancia il contropiede con cui Giarrusso riporta la Roma sul +5. Iannello da 3 sembra riaprire le speranze di Trieste ma sempre da 6,75 Giarrusso si prende una pesante ipoteca per il titolo della Roma, nonostante Morri segna da 3 per il Tigrotte. Ma non basta, il titolo va alla Roma Team Up, con Hassan (25 punti e 23 rimbalzi per la classe 2009), Lami (11) e Brandimarte (10) sugli scudi, mentre il merito degli avversari triestini con Ianello ( 21) restano alla grande. ) e Morri (18) alla guida della Libertas Trieste.

Roma Team Up – Libertas Trieste 60-58 (16-13, 9-21, 19-11, 16-13)

Roma Team Up: Giarrusso 7 (2/7, 1/3), Maggio (0/3), Brandimarte 10 (2/8, 2/6), Lami 11 (5/13, 0/3), Hassan 25 ( 18/10, 0/1), Diagne 5 (2/6, 0/2), Nicolodi, Peduto, Necci, Franconi, Salerno 2 (1/1, 0/1), Seccacini (0/1 su tre). Mandriano Moscovini

Libertas Trieste: Ianello 21 (4/8, 4/7), Pirozzi 8 (1/5, 2/3), Visintin 3 (0/8, 0/1), Morri 18 (7/14, 1/3) , Alberti 5 (1/11, 1/1), Suerz (0/1 di tre), Fauzza, Fonda, Ianezic 3 (1/3, 0/3), Vercelli, Gnesda, Coccoluto. Mandrie Perna

Finale 3°/4° posto

Limonta Costa Masnaga – Ororosa Bergamo 57-37

Partita che inizia all’insegna dell’equilibrio, con le due squadre che si scambiano la testa del match per il 9-8 al termine del primo quarto per il Limonta. L’Ororosa si blocca a quota 11 nella seconda frazione, Costa Masnaga allunga a +11 grazie a Gorini, ma Piccinini riporta i lombardi sul 26-19 a metà gara. La squadra di coach Stazzonelli esce dagli spogliatoi rinvigorita e si mette all’inseguimento con Poma, ma Gorini in stato di grazia (26 punti, 7 rimbalzi e 5 assist per lei a fine partita) respinge l’Ororosa, con il collaborazione di Colombo che confeziona sei punti nel quarto. Le energie iniziano a scarseggiare per Bergamo, ma gli Orobici ci provano fino in fondo con Baldi e Gambirasio. Costa Masnaga, invece, riesce a mantenere il distacco ea chiudere la gara a suo favore.

Limonta Costa Masnaga – Ororosa Bergamo 57-37 (9-8, 17-11, 17-8, 14-10)

Limonta Costa Masnaga: Gorini 26 (7/15, 2/7), Quadrio 4 (0/2, 0/1), Bernasconi 3 (1/4), Villa (0/3, 0/3), Colombo 11 ( 4/11, 0/1), Algeri 1 (0/1), Songini 2 (1/2), Sanvito, Formenti 2 (1/4, 1/3), Rimoldi 2 (1/1), Lumare, Pedone 6 (3/7). Mandrie Girola

Ororosa Bergamo: Baldi 2 (1/8), Guerini (0/1), Poma 7 (3/11), Gambirasio 9 (3/9, 0/4), Fatou 4 (2/4), Camozzi, Togni 2 (1/3), Zanoni 4 (0/1, 1/1), Piccinini 9 (2/7), Gagnemi, Zappella (0/1), Bonomi. Mandrie Stazzonelli

Classificazione finale

1° Roma Team Up

2° Libertà Trieste

3° Limonta Costa Masnaga

4° Ororosa Bergamo

Miglior quintetto

Giulia Pirozzi (Libertas Gym Trieste)

Isabel Hassan (Team Up Roma)

Giorgia Gorini (Costa Masnaga)

Chiara Silvia Poma (Ororosa Basket Bergamo)

Sofia Lami (Team Up Roma)

Miglior allenatore: Tommaso Moscovini (Squadra Roma)

Il programma delle Finali Nazionali 2022

Tutte le gare in diretta streaming sui canali YouTube e Twitch di Italbasket

Sotto 19 Eccellenza Maschio

Finale Nazionale 6-12 giugno

Ragusa

Sotto 17 Eccellenza Maschio

Finale Nazionale 20-26 giugno

Mantova

Sotto 19 Femmina

Finale Nazionale 6-12 giugno

Battipaglia (Salerno)

Sotto 17 Femmina

Finale Nazionale 26 giugno-2 luglio

Campobasso

Leave a Reply

Your email address will not be published.