GIRO DELL’APPENNINO. SCATENATO MEINTJES, SUOLA VINCENTE! TESFATSION, VERRE, MARTINELLI E COVI TOP 10

Sensazione di deja-vu in questa Festa della Repubblica: il Giro dell’Appennino numero 83 della storia presenta un arrivo identico a quello della 12a tappa del Giro d’Italia 2022, nel centro di Genova. Oggi non ci sono Alpecin Fenix ​​e Stefano Oldani: a festeggiare in via XX Settembre è Louis Meintjes dell’Intermarché Wanty Gobert, primo extraeuropeo nell’albo d’oro (e per la prima volta italiani asciutti per tre stagioni di linea). Completano il podio Natnael Tesfatsion, alfiere del Drone Hopper Androni, e Georg Zimmermann, compagno del vincitore. Due italiani nella top ten: Alessandro Verre di Arkea Samsic e Alessio Martinelli di Bardiani Csf Faizanè.

LA CRONACA

La prima parte del percorso, dopo la frazione di partenza di Pasturana (provincia di Alessandria), parte dallo stabilimento Elah-Dufour di Novi Ligure ad alta velocità: i numerosi concorrenti continentali cercano di sfruttare il tratto pianeggiante per scappare e farsi notare . Vivace nelle battute di apertura, tra gli altri, un eterno Davide Rebellin, 51 anni in poco più di due mesi.

Tutte le squadre italiane di terza categoria, con un’intrusione germanica, colpiscono l’attacco: al km 18 attaccano con successo Pietro Aimonetto (Beltrami TSA), Alessandro Motta (Biesse Carrera), Gabriele Petrelli (team Friuli), Mattia Viel (D’ Amico UM Tools), Paul Wright (Mg K Vis), Davide Baldaccini (Corratec), Lukas Meiler (Vorarlberg) e Riccardo Ricci (Work Service) a cui si aggiunge dopo un inseguimento l’ucraino Kyrylo Tsarenko della Gallina Ecotek Lucchini Colosio.

Al km 55, dopo il passaggio da Carrosio per omaggiare Tarcisio Persegona, compianto patron dell’azienda Tre Colli e grande amico del ciclismo, a cui dal 2020 è dedicato il Giro dell’Appennino, la partita inizia a farsi dura con il transito dal Piemonte alla Liguria e le cinque salite che caratterizzano la giornata. Il plotone, che nella fase senza asperità è scivolato con oltre 4 minuti di ritardo, nella salita verso Fraconalto porta il distacco a 3 minuti, guidato soprattutto dal forcing di Israel Premier Tech (che lo scorso anno vinse con Ben Hermans, quest’anno assente) e Intermarché Wanty Gobert che è la squadra più attrezzata per venire qui.

D’altra parte, Viel ha tirato i gradini piatti e ha dato tutto per alzarsi durante la prima salita. Particolarmente in forma è invece Meiler, che scavalca la cima e guida la squadra di otto uomini lasciati in fuga all’imbocco della valle Scrivia. A far male è la seconda salita, verso Crocefieschi: Aimonetto e il giovane Ricci si lasciano andare, in generale i fuggitivi rallentano. Nel tuffo successivo il gruppo si allunga in più tratti e, al km 106 poco dopo Pedemonte, una quarantina di corridori mettono fine alla loro fuga e affrontano con grande carriera la lunga ma morbida salita verso Crocetta d’Orero.

Con Kobe Goossens sugli scudi, l’Intermarché fa il passo e in discesa il gruppo si riorganizza. Tutti i 126 partecipanti a questo Appennino si ritrovano uniti per affrontare gli ultimi 50 chilometri decisivi, a cominciare da quella sede di Pontedecimo della società organizzatrice della gara, con lo sguardo dall’alto del taiwanese Sergio Tu della compagine friulana.

Appena il tempo di intraprendere il passo della Bocchetta la situazione esplode. Louis Meintjes è una furia offshore e dopo diversi tentativi porta con sé tre compagni, ovvero Georg Zimmermann, Quinten Hermans e Lorenzo Rota, e una decina di altri atleti: Simon Clarke (Israel Premier Tech), Alessio Martinelli (Bardiani Csf Faizanè), Natnael Tesfatsion (Drone Hopper Androni), Andrea Garosio (Biesse Carrera), Alexis Guerin (Vorarlberg), Paul Double (Mg K Vis), Jose Felix Parra e Ivan Moreno (Kern Pharma), Michel Ries e Alessandro Verre (Arkea Samsic).

A Vixella Verre passa prima davanti a Rota e Tesfatsion, ma la vera selezione è la quota “di discesa”. Come si vede solitamente sulle salite più impervie, infatti, nella discesa il plotone al comando si disperde, con tanto di caduta per Garosio, e per avvicinarsi all’ultima asperità, quella del santuario della Guardia, sono quattro: Tesfatsion, Clarke, Hermans (proprio l’omonimo di Ben, vincitore dell’edizione 2021) e il suo compagno Meintjes.

Un’altra giostra, ultima giostra, fuochi d’artificio! Una serie di attacchi e contrattacchi, inseguimenti e rilanci, verso il santuario della Guardia porta alla formazione di un quintetto al comando: Tesfatsion si ritrova in mezzo a due coppie, Verre-Ries per Arkea, Zimmermann-Meintjes (davvero accusato il sudafricano!) per l’Intermarché. Con un po’ di elastici i cinque insieme superano l’ultimo tremendo chilometro di salita al 21% per poi fuggire nel rapido e ripido serpente che scende a Bolzaneto. Lì Verre vince lo sprint e si porta a casa lo speciale trofeo offerto dalla Fondazione Scarponi; e quadrato per il promettente lucano, che grazie alle prestazioni sui saliscendi precedenti si fa suo anche il premio della Montagna intitolato a Felice Gimondi.

Nel frattempo Double, Martinelli, Clarke e Moreno si riaggregano all’inizio della spianata (solo Guerin non ce la fa). Sono quindi in nove a percorrere le strade di Genova ea contendersi il successo.

A 6 km dal traguardo, approfittando di un ultimissimo strappo nel tessuto cittadino, Meintjes corona una giornata in cui ha mostrato gamba e motivazioni, piazzando il tripudio finale: vuoto dietro di sé, nessuno può fare niente, spazio solo per la volata per il secondo posto con Tesfatsion a battere Zimmermann (primo e terzo per la squadra belga, si conferma un’ottima annata!) e la veterana Clarke.

Lo sprint per il decimo posto lo vince Alessandro Covi degli Emirati Arabi Uniti, recentissimo dominatore della Marmolada, che regola un gruppetto di cui fa parte anche Rebellin (grande figura alla sua prima uscita ufficiale dell’anno dopo un periodo difficile). Tra i Professionisti Italiani non è arrivato Eolo Kometa.

L’Intermarché sfata dunque il tabù del Genoa dopo che Rota (anche oggi in gara!) è stato bruciato da Oldani al Giro d’Italia due settimane fa. Per Meintjes, che in carriera vanta due ottavi posti al Tour de France e un podio due mesi fa in Sicilia, questo è il ritorno alla vittoria dopo sette anni, quando vinse la Settimana Internazionale Coppi e Bartali.

Per rileggere la nostra diretta CLICCA QUI

ORDINE DI ARRIVO

1 MEINTJES Louis Intermarché – Wanty – Gobert Materials 4:56:30

2 TESFATSION Natnael Drone Hopper – Androni Toys 1:37

3 ZIMMERMANN Georg Intermarché – Wanty – Gobert Materials,,

4 CLARKE Simon Israel – Premier Tech ,,

5 VETRO Alessandro Team Arkéa Samsic,,

6 DOPPIO Paul Mg.K Vis-Color for Peace-VPM ,,

7 MARTINELLI Alessio Bardiani-CSF-Faizanè ,,

8 MORENO Ivan Kern Pharma Team ,,

9 RIES Michel Team Arkéa Samsic ,,

Alessandro Covi Team Emirati Arabi

11 GARAVAGLIA Giacomo Lavoro Servizio Vitalcare Vega ,,

12 HERMANS Quinten Intermarché – Wanty – Gobert Materials,,

13 EDET Nicolas Team Arkéa Samsic ,,

14 ZANA Filippo Bardiani-CSF-Faizanè ,,

15 CASALLAS Yeisson Ferney Colombia Land of Athletes – GW Bicycles – Shimano ,,

16 DINA Márton EOLO-Kometa ,,

17 GAROSIO Andrea Biesse – Carrera ,,

18 GUERIN Alexis Team Vorarlberg 4:46

19 REBELLIN Davide Work Service Vitalcare Vega ,,

20 UMBA Santiago Drone Hopper – Androni Toys 9:21

21 CHIRICO Luca Drone Hopper – Androni Toys ,,

22 FANCELLU Alessandro EOLO-Cometa ,,

23 DEBIASI Andrea Cycling Team Friuli ASD 9:51

24 PESENTI Thomas Beltrami TSA – Tre Colli ,,

25 CALZE Walter Gallina Ecotek Lucchini Colosio ,,

26 GANDIN Stefano Team Corratec ,,

27 STOJNIC Veljko Team Corratec ,,

28 BAKELANTS Jan Intermarché – Wanty – Gobert Materials,,

29 BAMBINI Luca Bardiani-CSF-Faizanè ,,

30 QUINTANA Dayer Team Arkéa Samsic ,,

31 BURATTI Nicolo Cycling Team Friuli ASD ,,

32 COLOMBO Raul Work Service Vitalcare Vega ,,

33 GÓMEZ Germán Dario Colombia Terra di atleti – GW Bicycles – Shimano ,,

34 PETILLI Simone Intermarché – Wanty – Gobert Materials ,,

35 ANACONA Vincitore Team Arkéa Samsic ,,

36 MANCIPE Andrés Liber Colombia Land of Athletes – GW Bicycles – Shimano ,,

37 SHCHYPAK Oleksandr Hen Ecotech Lucchini Colosseo 10:06

38 NEILAND CHRIST Israele – Premier Tech 12: 9

39 RÜEGG Lukas Team Vorarlberg ,,

40 PINZON Edgar Andres Colombia Land of Athletes – GW Bicycles – Shimano ,,

41 BISOLTI Alessandro Drone Hopper – Androni Toys ,,

42 EL GOUZI Omar Bardiani-CSF-Faizanè ,,

43 ZOIDL Riccardo Team Vorarlberg ,,

44 MARTIN Alex EOLO-Kometa ,,

45 AMELLA Matteo Team Corratec ,,

46 MEILER Lukas Team Vorarlberg ,,

47 STOCKWELL Oliver Cycling Team Friuli ASD ,,

48 SANDRI Edoardo Cycling Team Friuli ASD ,,

49 TSARENKO Kyrylo Gallina Ecotek Lucchini Colosio ,,

DNF TROIA Oliviero UAE Team Emirates –

DNF OLIVEIRA Ivo UAE Team Emirates –

DNF POLANC Jan UAE Team Emirates –

DNF ARDILA Andrés Camilo UAE Team Emirates –

DNF REUTIMANN Mathias Team Vorarlberg –

DNF STÜSSI Colin Team Vorarlberg –

DNF ROTA Lorenzo Intermarché – Wanty – Gobert Materials –

DNF GOOSSENS Kobe Intermarché – Wanty – Materiali Gobert –

DNF PELLEGRINI Lorenzo D’Amico – UM Tools –

DNF FURLAN Matteo D’Amico – UM Tools –

DNF ROBERTI Luca D’Amico – UM Tools –

DNF ALVAREZ Jhon Alejandro D’Amico – Strumenti di messaggistica unificata –

DNF GHISLANZONI Andrea D’Amico – UM Tools –

DNF CHAVES Jonathan Steven D’Amico – Strumenti UM – DNF CHAVES

DNF VIEL Mattia D’Amico – UM Tools –

DNF SENS Connor Mg.K Vis-Color for Peace-VPM –

DNF STEDMAN Maximilian Mg.K Vis-Color for Peace-VPM –

DNF MARTINELLI Edoardo Mg.K Vis-Color for Peace-VPM –

DNF HOEKS Daan Mg.K Visual-Color for Peace-VPM –

DNF SAVINI Daniel Mg.K Vis-Color for Peace-VPM –

DNF WRIGHT Paul Mg.K Vis-Color for Peace-VPM –

DNF HOLLYMAN Mason Israel – Premier Tech –

DNF NIV Guy Israel – Premier Tech –

DNF FRIGO Marco Israele – Premier Tech –

DNF BERWICK Sebastian Israel – Premier Tech –

DNF SAGIV Guy Israel – Premier Tech –

DNF RAVANELLI Simone Drone Hopper – Androni Toys –

DNF CEPEDA Jefferson Alexander Drone Hopper – Androni Toys –

DNF ZARDINI Edoardo Drone Hopper – Androni Toys –

DNF SANTAROMITA Alessandro Bardiani-CSF-Faizanè –

DNF MULUBRHAN Henok Bardiani-CSF-Faizanè –

DNF NIERI Alessio Bardiani-CSF-Faizanè –

DNF CIBRARIO Luca Beltrami TSA – Tre Colli –

FREDDO DNF Matteo Beltrami TSA – Tre Colli –

DNF LOVERA Matteo Beltrami TSA – Tre Colli –

DNF AIMONETTO Pietro Beltrami TSA – Tre Colli –

DNF PIRAS Andrea Beltrami TSA – Tre Colli –

DNF CEOLIN Federico Beltrami TSA – Tre Colli –

DNF GRANADOS Sergio Nicolas Gallina Ecotek Lucchini Colosio –

DNF BAUCE Davide Gallina Ecotek Lucchini Colosio –

DNF RESSI Diego Gallina Ecotek Lucchini Colosio –

DNF FERRONI Lorenzo Gallina Ecotek Lucchini Colosio –

DNF LONARDI Giovanni EOLO-Kometa –

DNF RAVASI Edward EOLO-Kometa –

DNF BEVILACQUA Simone EOLO-Kometa –

DNF SIVIGLIA Diego Pablo EOLO-Kometa –

DNF AGOSTO Trevor Team Skyline –

DNF LUPIEN Joseph Team Skyline –

DNF TRAVIS Clayton Team Skyline –

DNF TURMON Chaz Team Skyline –

DNF CORELLA Rene Team Skyline –

DNF KLEBAN Nick Team Skyline –

DNF TU Sergio Cycling Team Friuli ASD –

DNF PETRELLI Gabriele Cycling Team Friuli ASD –

DNF MIHOLJEVIC Fran Cycling Team Friuli ASD –

RUOTA DNF Lorenzo Biesse – Carrera –

DNF MOTTA Alessandro Biesse – Carrera –

DNF CIUCCARELLI Riccardo Biesse – Gara –

DNF NORDAL Mattias Biesse – Carrera –

DNF GOBBO Lorenzo Biesse – Carrera –

DNF MOLANO Stven Brayan Colombia Tierra de Atletis – GW Bicicletas – Shimano –

DNF VARGAS Brayan Colombia Terra di atleti – GW Bicycles – Shimano –

DNF AVILA Freddy Colombia Land of Athletes – Biciclette GW – Shimano –

DNF TORNABONI Luca Lavoro Servizio Vitalcare Vega –

DNF BURCHIO Federico Work Service Vitalcare Vega –

DNF RICCI Riccardo Lavoro Servizio Vitalcare Vega –

DNF PASE Christian Danilo Work Service Vitalcare Vega –

DNF LÓPEZ Jordi Kern Pharma Team –

DNF BERRADE Urko Equipo Kern Pharma –

DNF PARRA José Félix Kern Pharma Team –

DNF LOPEZ Diego Kern Pharma Team –

DNF RUIZ Ibon Team Kern Pharma –

DNF AGIRRE Jon Team Kern Pharma –

DNF BALDACCINI Davide Team Corratec –

DNF STÖCKLI Jan Team Corratec –

DNF MURGANO Marco Team Corratec –

DNF MARZIALE Luca Team Corratec –

Leave a Reply

Your email address will not be published.