Harry e Meghan tornano ma William non li vedrà

Oggi saranno festeggiati compleanno e Giubileo di platinoio 70 anni di regnodel regina Elisabetta con la grande parata in corsoSfilata delle Guardie a Cavallo, e il Mall era pieno di tende dove la gente passava la notte per non perdere il posto in prima fila. Il Trooping il colore è una cerimonia molto amata, perché ci sono soldati, cavalli, bande, e perché a giugno da 260 anni, alla sua presenza, festeggia il compleanno del sovrano. Ma questa volta la regina quasi certamente non ci sarà, ostacolata dai disturbi della sua età. Al suo posto riceveranno i saluti dei rioni Principe CarloI l principe William e il Principessa Anna, che sfilerà a cavallo in divisa tra i soldati. Sarà una giornata memorabile, probabilmente l’ultima occasione per rendere omaggio in a Giubileo al sovrano più amato della storia britannica. I biglietti per l’evento sono esauriti da mesi e centinaia di migliaia di persone applaudiranno Elisabetta commossa quando si affaccia sul balcone di Buckingham Palace verso l’una di notte.

SCINTILLE IN FAMIGLIA

Ma quello che si temeva alla vigilia sta già accadendo: tutti parlano solo di Harry e Meghan. Sono tornati? Dove sono? Cosa faranno? Saranno come hanno promesso o ne approfitteranno per qualche altro dispetto contro la regina e Carlo? I duchi di Sussex lasciarono Los Angeles con i loro figli Archie, tre, e Lilibet, uno, diretti all’aeroporto di Heathrow. Da lì la strada per Frogmore Cottage, nel parco del Castello di Windsor, è molto breve. La residenza è presidiata da giorni dalla Polizia Metropolitana, come richiesto da Harry, ossessionato dalla sicurezza della sua famiglia. Quando viveva a Frogmore con Meghan, aveva chiesto ai vicini di non guardare nella loro direzione mentre portavano a spasso i cani.. La polizia ha assicurato che proteggeranno i Sussex negli impegni ufficiali del Giubileo, ma non se fanno shopping o fanno visita agli amici. Ne vedremo quindi ben poco, e quasi sicuramente non oggi, il più importante del lungo weekend di festeggiamenti.

Dopo la sfilata Trooping the Colour la Famiglia Reale si presenterà come sempre al balcone di Buckingham Palace. Ma solo i reali che hanno ancora un ruolo attivo accompagneranno la Regina e non quelli, come Harry, Meghan e il principe Andréj, che sono stati privati ​​di qualsiasi ufficio. C’è ancora una remota possibilità che Elisabetta cambi idea e conceda ai Sussex un sonoro e ostentato perdono dopo le cattiverie che hanno detto su di lei e Carlo. Ma è più probabile che la coppia rimanga a Frogmore, per ricevere amici e cugini e per prepararsi per l’apparizione pubblica di domani nella cattedrale di St Paul per la solenne messa di ringraziamento.

LA RICONCILIAZIONE

Sabato sarà invece il grande giorno della riconciliazione. Elizabeth ha rinunciato per la prima volta alle gare di Epsom Derby e trascorrerà la maggior parte della giornata con Harry e Meghan e con Archie, che non vede da quando è nato, e Lilibet, che non ha mai incontrato e che sabato compirà un anno La piccola porta, con quello di Diana, il soprannome con cui Elisabetta veniva chiamata da bambina e che solo i suoi più stretti familiari potevano usare. Secondo voci persistenti non confermate, Lilibet sarà battezzata proprio sabato nella cappella privata di Windsor, lo stesso in cui si trovava suo fratello. Non ci saranno William e Kate, in trasferta ufficiale a Cardiff.

COLPA MIA

I Sussex sembrano venire a Londra con la testa imbrattata di cenere. Sono finiti i giorni delle interviste velenose con Oprah Winfrey, delle accuse di razzismo, dei rimproveri di Harry al padre, delle lamentele lamentele di Meghan sul trattamento ricevuto in tribunale. E poi che è successo? Molte cose sono cambiate da quando la coppia è volata in America, in cerca di privacy, tranquillità e contratti milionari per raggiungere l’indipendenza economica. Hanno trovato privacy nella villa di Montecito, ma è fin troppo noiosa: nessuno in America, al di fuori della cerchia di amici di Los Angeles, sa chi sono. Il contratto con Netflix è fallito a causa della scarsità di contenuti che Meghan aveva in mente. Non si guadagna molto dal sito di Archewell. La spesa aumenta, ma la popolarità della coppia è in aumento: il 58% ha un’opinione negativa di Harry, il 63% ha un’opinione negativa di Meghan. Fuggiti in cerca di privacy, i Sussex hanno ora accettato che Netflix li filma costantemente nella loro casa e nella vita privata. Per evitare sorprese, a Netflix è stato così negato l’accredito per le cerimonie del Giubileo, ma non si sa mai. Può darsi che Harry e Meghan siano tornati a fare pace, ma anche perché hanno bisogno di continuare a essere famosi e di salire alle urne. La Regina però li attende a braccia aperte: è abituata a perdonare sempre, ma è molto attenta a non dimenticare mai.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leave a Reply

Your email address will not be published.