il comunicato stampa. Gerry Cardinale nuovo titolare – Corriere.it

da Carlos Passerini e Arianna Ravelli

Il Fondo Elliott rimarrà con una quota. La nota ufficiale: l’accordo valuta il club 1,2 miliardi. La chiusura prevista per settembre. Cardinale: Odio perdere. Rimangono Scaroni, Furlani e Gazidis

ufficiale: il fondo Usa RedBird, guidato da Gerry Cardinale, il nuovo proprietario del Milan che passa di mano con la valutazione di 1,2 miliardi di euro (e non 1,3 come trapela). Resta con una quota (che avrai il diritto di vendere in futuro) Elliott, che in questi quattro anni ha risanato i conti (il budget si chiuderà intorno ai -50 milioni) ed è riuscito a vincere lo scudetto. In una lettera ai fan, Elliott spiega che con RedBird c’è una visione comune e che per questo rimarranno gli stessi leader al timone. Cardinale ha subito infiammato i tifosi nel match di Casa Milan: Odio perdere, mi sento un vincitore come te. Il futuro dovrà essere costruito sui successi ottenuti finora con determinazione e voglia di vincere. Abbiamo il ruolo di custodi e gestori di quanto costruito finora. Dobbiamo farlo con umiltà e riconoscendo il lavoro di squadra e di gruppo che avete realizzato insieme. Quando ho iniziato nel mondo dello sport, lo sport era diverso: oggi gli interessi in gioco sono diversi, affari e capitali, c’è un impegno diverso ma sempre con la stessa sensibilità e determinazione a vincere, ha aggiunto. Lo scorso fine settimana l’ho vissuta tutta con l’anima di un tifoso che partecipava ai festeggiamenti: è stato uno spettacolo straordinario. Ho vissuto lo spettacolo delle World Series, del Super Bowl, delle finali NBA, ma niente mi ha dato l’entusiasmo, l’emozione che ho provato quella domenica. Questo particolarissimo rapporto con i tifosi: dobbiamo restituire loro tutto quello che ci danno con la loro passione ed entusiasmo.

L’accordo

Le firme sono state apposte la scorsa settimana, non a Milano, sotto mentite spoglie. Cardinale era già stato a Milano e aveva partecipato alla festa scudetto confusa tra i tifosi, come si evince dalla foto pubblicata da Corriere
. Martedì 31 maggio nel pomeriggio rientro in città: in serata al Four Seasons, dove soggiorna, ha incontrato il presidente del Milan Paolo Scaroni e l’amministratore delegato Ivan Gazidis.

Questo è il comunicato che certifica l’operazione: RedBird ed Elliott hanno annunciato oggi di aver firmato un accordo definitivo per l’acquisizione da parte di RedBird della Milan Soccer Association (AC Milan, Milan o Club), nuovo campione di Serie A. dell’estate, csulla chiusura prevista entro settembre 2022. L’accordo, che valuta il club 1,2 miliardi di euro, richiede a Elliott di mantenere una partecipazione finanziaria di minoranza nel club, nonché i propri rappresentanti nel consiglio di amministrazione, consolidando cos una partnership tra RedBird ed Elliott piuttosto che continuare i progressi compiuti sotto la guida di Elliott negli ultimi quattro anni. La priorità per RedBird di continuare il lavoro con l’area sportiva e la dirigenza del club da dare trattenuto sulla strada del Milan, puntando a un ritorno ai vertici del calcio mondiale. La combinazione di successi in campo, acquisizione di nuovi giocatori e strategia di sviluppo e gestione commerciale globale di prim’ordine, combinata con l’esperienza di RedBird nella guida e nello sviluppo di franchigie sportive internazionali, garantirà un futuro ancora più luminoso per la storia leggendaria dell’AC Milan.

Gerry Cardinale, fondatore e managing partner di RedBird, ha dichiarato:Siamo onorati di far parte dell’illustre storia del Milan e ci emoziona la prospettiva di poter scrivere il prossimo capitolo del club proprio quando tornerà ad occupare la meritata posizione di vetta del campionato italiano con un occhio di riguardo agli obiettivi futuri a livello europeo. e in tutto il mondo. mi preoccupo di grazie a Gordon Singer e all’intero team di Elliott per lo straordinario lavoro svolto negli ultimi quattro anni per riportare il Milan ai vertici della Serie A. La filosofia di investimento di RedBird e i risultati raggiunti nel mondo dello sport hanno dimostrato che le società di calcio possono avere successo in campo, pur mantenendo un profilo sostenibile finanziario. Non vediamo l’ora di iniziare una partnership a lungo termine con il club, la sua dirigenza e i tifosi dell’AC Milan di tutto il mondo per continuare a spingere l’AC Milan più in alto negli anni a venire.

Le parole di Gordon Singer, managing partner di Elliott: Quando Elliott ha acquisito il Milan nel 2018 abbiamo ereditato un club con una storia straordinaria, ma con gravi problemi finanziari e prestazioni sportive deludenti. Il nostro piano era semplice: creare stabilità finanziaria e riportare il Milan al suo giusto posto nel calcio europeo. Penso che si possa dire che abbiamo raggiunto entrambi gli obiettivi. In questo momento di passaggio al capitolo successivo della storia del Milan, voglio esprimere il nostro più profondo sentimento di umiltà, orgoglio e soprattutto gratitudine per le esperienze che abbiamo condiviso con ogni membro della famiglia Milan: tutto questo non avremmo potuto fare senza di voi, Popolo di Milano. Elliott, come detto, ha poi voluto scrivere una lettera a tutti i tifosi milanisti in cui spiega che con RedBird c’è una visione comune sul futuro del club e per questo rimarranno gli stessi dirigenti. (QUI la lettera completa)

Siamo alla stipula del contratto preliminare, non al vero e proprio passaggio delle azioni, il cosiddetto chiusura, che, come recita il comunicato, avverrà tra pochi mesi, entro settembre. Ma c’è ancora uno snodo decisivo: le firme sono vincolanti e a questo punto sarebbe molto oneroso recedere dall’affare. Secondo il sole 24 ore anche nell’operazione è previsto un prestito da Elliott a favore di RedBird: si parla di una cifra intorno ai 600 milioni.

è chiaro che d’ora in poi le prossime mosse – a partire da quelle sul mercato – saranno concordate, come nello spirito di una partnership. Chi resta? Seguente La lettera di Elliott ai tifosi milanisti tutti gli attuali protagonisti. Ragazzo Ivan Gazidislo aveva già chiarito nell’intervista a Custode, al momento s: il suo contratto scade a novembre, almeno fino ad allora a lui. Con ogni probabilità anche il presidente Paolo Scaroniche continuerà a seguire il dossier stadio, e Giorgio Furlani, il portfolio manager di Elliott già nel cda di Milano. possibile che entri nel consiglio Alec Scheiner: avvocato, 49 anni, partner di RedBird, ex presidente dei Cleveland Browns e vicepresidente senior della NFL Dallas Cowboys, football americano.

Cardinale, che da questa mattina a Casa Milan si occuperà subito delle questioni più urgenti, a cominciare dal rinnovo del contratto di Paolo Maldini (e Massara), poi ovviamente il mercato, che sarà comunque caratterizzato dalla sostenibilità e dalla ricerca di giovani talenti, guidato da una sofisticata analisi dei dati, visto che RedBird ha acquisito anche un’azienda che si occupa di (QUI i dettagli sul mercato rossonero e la priorità per mantenere Leao).

(articolo in aggiornamento)

1 giugno 2022 (modifica 1 giugno 2022 | 17:12)

Leave a Reply

Your email address will not be published.