l’ultima chiamata il 30 giugno

Dal bonus acqua al bonus terme, passando per gli arretrati dell’assegno unico in scadenza: ultima chiamata il 30 giugno per usufruire o richiedere i vantaggi. Regole e istruzioni da seguire.

Nel calendario degli impegni di Fisco e Lavoro, la data di 30 giugno 2022 per professionisti e imprese fa particolarmente caldo, ma anche per le famiglie, e in generale per cittadini e piccoli centri, segna il Scadenza per l’accesso a una varietà di concessioni: bonus acqua, bonus spa e arretrati dell’assegno unico Sono un esempio.

Rappresenta l’ultimo giorno del mese un’ultima chiamata per tutti coloro che devono ancora presentare applicare o usufruire dei vantaggi.

Dal 1 luglioinfatti, non sarà più possibile:

  • richiedere il contributo di 1.000 euro interventi di risparmio idrico dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021;
  • iniziare a usufruire dei servizi termali applicando lo sconto di 200 euro;
  • richiedere ilassegno unico anche riprendersi gli arretrati da marzo.

Rivediamo le regole da seguire e i tempi da rispettare per ciascuna di queste misure.

Bonus acqua: l’ultimo bando con scadenza 30 giugno 2022

I contribuenti che non hanno ancora richiesto il contributo fino a 1.000 euro per il acquisti di rubinetti e sanitari svolto nel corso del 2021 può presentare ilesempio tramite lapiattaforma adeguata di 23.59 del 30 giugno 2022 che è accessibile tramite SPIDIdentità digitale o CIECarta d’identità elettronica.

Dopo un attesa molto lungail canale di accesso al bonus acqua è stato attivato a inizio 2022. Considerando la vastità del pubblico dei potenziali beneficiari e le risorse a disposizione, 20 milioni di eurosi temeva un effetto click day.

Ma dopo mesi lo è ancora possibile accedere al provvedimento previsto da Legge di Bilancio 2021. Indipendentemente dalle eventuali risorse residue, però, sarà necessario procedere con il richiesta di rimborso entro Scadenza fisso da Ministero della Transizione Ecologica.

I l contributo fino a 1.000 euro è riservato ai maggiorenni residenti in Italia, titolari di diritti patrimoniali o altri diritti reali, o anche personali di godimento, su fabbricati esistenti, parti di fabbricati esistenti o singole unità immobiliari, per i seguenti interventi effettuati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021:

  • sostituzione dei vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto;
  • sostituzione di rubinetti, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi dispositivi di limitazione del flusso d’acqua.

La concessione si applica anche alle opere connesse, allo smantellamento e allo smantellamento di impianti preesistenti.

Dopo aver eseguito ilaccesso alla piattaformadevi entrare tutti i dati richiesti seguendo il mago. Inoltre, il copia della fattura elettronica o del documento commerciale che riporta il codice fiscale del soggetto richiedente il contributo.

Tutte le istruzioni su come richiedere il bonus acqua entro il 30 giugno 2022 nel manuale di istruzioni pubblicato da MITE.

Ministero della Transizione Ecologica – Manuale di istruzioni Piattaforma bonus acqua
Il manuale d’uso della piattaforma bonus acqua pubblicato dal Ministero della Transizione Ecologica.

Bonus Spa, scadenza 30 giugno 2022: ultima chiamata per utilizzare il voucher

La seconda scadenza in esame non segna la scadenza per l’accesso ad una struttura, ma laultimo giorno per usufruire di un beneficio già richiesto ed ottenuto, il bonus a termine.

In questo caso, ilvasto pubblico di aspiranti beneficiari e il quantità di risorse disponibili53 milioni di euro, di fatto ha comportato la chiusura del canale di accesso ai voucher in circa 48 ore.

Coloro che hanno agito prontamente a novembre 2021 e l’hanno prenotato Sconto del 100% sul prezzo dei servizi termalifino ad un massimo di 200 euro, avere tempo fino al scadenza 30 giugno 2022.

La data è stata fissata da conversione in legge del Decreto Sostegni ter che in primo luogo aveva previsto a proroga al 31 marzo: anche grazie all’impennata dei contagi avvenuta in inverno, si è reso necessario concedere più tempo.

Ora, però, non c’è più da aspettare se hai a disposizione il bonus spa. Va notato che deve essere utilizzato al struttura grazie al quale il prenotazione del voucher e non può essere trasmesso ad altri.

Lo sconto, fino ad un massimo di 200 euro, è utilizzabile per qualsiasi servizio termale fornito dall’ente accreditatotra cui cure termali, esami diagnostici e visite specialistiche, trattamenti estetici e benessere.

Tuttavia, servizi di ristorazione e ospitalità e quelle termali ma già pagate dal SSN, Servizio Sanitario Nazionale, altri enti pubblici o soggette ad altre prestazioni.

Infine, va sottolineato che l’art scadenza 30 giugno segna la scadenza per iniziare a utilizzare i servizi: i servizi, poi, possono essere disdetti fino a 45 giorni dopo.

Assegno unico, scadenza 30 giugno 2022 per ottenere il pagamento degli arretrati

Infine, vale anche la pena soffermarsi sulassegno unicoentrato in vigore il 1 marzo 2022.

La data del 30 giugno non segna, in questo caso, il Scadenza per l’accesso alla misura di sostegno alla genitorialità che può essere sempre richiesta ma è l’ultima opportunità per ottenere eventuali arretrati.

Dal 1° gennaio è stato possibile presentare domanda e l’INPS, secondo i dati di fine maggio, sta erogando il beneficio a over 8 milioni di figli e figlie fino a 21 anni.

L’ultimo venerdì del mese segna uno spartiacque in regole di accesso al contributo che ha un importo base che va da un minimo di 50 euro in assenza di ISEE o con un ISEE pari o superiore a 40mila euro e arriva ad un massimo di 175 euro, senza considerare le maggiorazioni.

Dal 1 luglio sarà ancora possibile presentare richiedere l’assegno unicoma non saranno più accessibili gli arretrati da marzo.

Richiesta Pagamenti
Entro il 30 giugno a partire dal mese successivo alla domanda con recupero degli arretrati da marzo
Dopo il 30 giugno a partire dal mese successivo alla domanda

In chiusura va sottolineato che la scadenza del 30 giugno potrebbe interessare anche quelli che hanno già inviato la domanda negli ultimi mesi.

Entro la stessa data sarà anche possibile ottenere il ricalcolo delle mensilità già pagato presentando l’ISEE all’INPS: anche in questo caso sarà comunque possibile procedere nel mese di luglio ma il ricalcolo delle somme a cui si ha diritto riguarderà solo le mensilità che verranno corrisposte successivamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published.