Tinto a TvBlog parto con un Camper carico di emozioni, buona compagnia

Andiamo! Alle 12 live il motore della Camper di Rai1. Sarà un viaggio di tre mesi nelle vacanze italiane, alla scoperta dei luoghi più conosciuti, ma anche più nascosti del nostro Bel Paese. Alla guida di questo mezzo che dopo tanti anni terrà acceso il mezzogiorno estivo di Rai1, una pattuglia di conduttori è stata chiamata a guidarci all’interno della nostra bella Italia. Si tratta di Tinto, Roberta Morise, Federica De Denaro e Elisa Silvestrin. Blog televisivo avuto il piacere di sentire il rappresentante maschile di questa squadra, cioè Tintopresso l’anagrafe Nicola Prudentevediamo che ci ha raccontato la sua nuova avventura che si prepara a vivere tutti i giorni a mezzogiorno in diretta su Rai1.

Si avvicina un debutto importante nella storica fascia di mezzogiorno di Rai1, quella di Raffaella Carrà, Enrica Bonaccorti, Antonella Clerici, paura?

No. Più della paura, direi un mix di sensazioni in cui l’emozione viene prima, l’emozione pura, sono molto felice. Provo una sorta di emozione dentro, simile a quella dei giorni prima degli esami di maturità o del primo appuntamento, quando sul motorino aspettavi che uscisse dalla porta e sentivi il battito del cuore e la pelle d’oca. Devo dire che dopo due anni in cui certe sensazioni sono state un po’ in “lockdown” o “smart working”, questa trepidazione era necessaria. È il segnale che siamo ancora vivi, che vogliamo partire, ripartire, tornare ad immaginare il futuro, ne abbiamo bisogno, per non parlare del pubblico. Ho lavorato con Antonella Clerici in occasione della Prova del Cuoco e la fascia oraria di mezzogiorno è molto importante, era necessario mantenerla accesa anche d’estate. Ringrazio di cuore Angelo Mellone e Antonio Di Bella per questa vera scommessa 100% Rai che speriamo di vincere. Com’è che dicono? Chi gioca può anche perdere ma chi non gioca ha già perso e noi vogliamo giocarcela tutta fino in fondo! Anche Roberta Morise è la compagna ideale, sembra che ci conosciamo da sempre, mi aveva già stupito una volta quando era mia ospite a Frigo su Rai2, per simpatia, disinvoltura e intelligenza. Quando devi partire per un lungo viaggio, la scelta dell’azienda è importante prima della destinazione…

Eri bambino ai tempi di Pronto Raffaella, seguivi Raffaella Carrà?

Certo, sono nato nel 1976 e ricordo perfettamente la sua energia e soprattutto il suo stile, siamo tutti suoi figli. Il suo spirito è ancora vivo. L’ultima volta che l’ho vista in via Asiago a Roma durante le riprese di Viva RaiPlay con Fiorello, era bellissima. Quando ero piccolo, però, il mio mito era Corrado. Lo stimavo tanto, volevo diventare come lui, l’uomo della porta accanto che con grazia, gentilezza e gioia entrava in casa attraverso la tv. L’ho guardato con mia nonna Regina in soggiorno e ho provato anche a fare la piccola presentatrice con la cravatta al collo, quella che mio nonno non usava più, ricordo che mi diceva di diventare una brava presentatrice ma soprattutto un buon padre. Data la mia attuale famiglia, credo che da lassù l’ho soddisfatta su quest’ultima cosa… .Mi manca la prima e questa estate è la mia occasione. Avrò uno spettatore in più.

Camper è anche un programma in diretta, forse è la prima volta che ti trovi di fronte a una diretta quotidiana così impegnativa, come ti stai preparando?

Hai ragione, per me è una grande sfida. Sto cercando di confrontarmi molto con il capo progetto Beppe Bosin e con tutti gli autori e con tutta la squadra ma cerco soprattutto di creare un gruppo affiatato e in piena sintonia, anche con il regista Luigi Rizza c’è un tanta voglia di sperimentare e di divertirsi. Spesso nella nostra professione crediamo di vincere da soli ma non è così, il clima, lo spirito del gruppo è fondamentale, tutti devono sentirsi parte dell’idea e del progetto, altrimenti c’è qualcosa che non va. Molti pixel formano l’immagine in TV e chi lavora in un programma dovrebbe avere lo stesso approccio generale, altrimenti sei qualcosa fuori fuoco. Camper è invece un gruppo in HD, o meglio in 4k. Da un punto di vista tecnico, l’esperienza in radio con dirette da quasi vent’anni aiuta sicuramente e la personalità conta molto su quel mezzo. Per quanto riguarda la tv, nel weekend ho fatto diversi programmi in zona e in studio e sono stati tutti registrati quindi per me è la prima volta in una diretta quotidiana, ma sono sicuro che l’adrenalina del semaforo sii la scintilla che si accenderà. la mia personalità.

Come sarà Camper, puoi spiegarci un po’ il meccanismo di trasmissione e quali saranno le prime città di cui parlerai?

L’obiettivo principale del programma è portare gli spettatori in vacanza. Lo chiamo TELErasporto. Io e Roby animeremo mezzogiorno di Rai1 con link in diretta e racconti dalle principali località di villeggiatura. Più che conducenti, ci sentiamo dei veri conducenti perché vorremmo portare le persone in viaggio. Il #gruppovacanze prevede Elisa Silvestrin, che ogni settimana viaggerà in Camper in una regione italiana, sempre in collegamento con noi dalla sede centrale mentre Francesco Gasparri andrà a piedi e accompagnerà il pubblico lungo sentieri e passeggiate. Bianca Luna Santoro, con il suo taccuino di viaggio, ci farà avere un assaggio dei luoghi trendy e delle location più glamour; Gloria Aura Bortolini, ci farà venire voglia di visitare i borghi più belli e caratteristici d’Italia; Maria Elena Fabi sarà in diretta tutti i giorni dalle principali spiagge italiane; Marco Di Buono sarà il protagonista di una serie di scorribande da feste e mercatini paesani; Monica Caradonna scriverà quotidianamente un diario sulle ricchezze enogastronomiche delle nostre regioni; Samuel Peron ci darà alcuni suggerimenti per vivere la stagione al ritmo dei balli più in voga; Lorenzo Branchetti visiterà i paesi che in estate vedono il ritorno degli emigrati all’estero; Mirko Gangitano ci regalerà le cartoline più belle, nella stagione più bella nel Paese più bello del mondo….l’Italia!

Capisco che ci sarà anche un incrocio con un titolo storico di Rai1

Sì. Anche i conduttori della numerosa famiglia Linea Verde si collegheranno durante l’estate per salutare il pubblico dal loro luogo di villeggiatura. A fare da contraltare a tutte queste “finestre” esterne, in studio con me e Roby ci sarà sicuramente la cucina, quella dei piatti freddi e veloci da preparare al ritorno dal mare e quella regionale grazie all’aiuto di Federica De Denaro con una sfida tra territori e poi consigli per gli amici a 4 zampe, tutorial di viaggio e giochi estivi. Qui noi di Camper non ci prenderemo mai troppo sul serio…

Toccherai in qualche modo temi a te molto cari, come l’enogastronomia, un territorio che ti è ben noto poiché è il tema centrale di “Decanter” che da molti anni va in onda su Radio 2

Questa è la mia formazione ed è la mia vita e quindi mi aiuterà sicuramente ma spero che Camper sia finalmente il progetto giusto per discutere anche di altri argomenti. Camper vuole essere il primo programma turistico Made in Italy, dove oltre al territorio e alle sue eccellenze c’è anche la voglia di trasmettere lo “spirito” della vacanza con compagnia e leggerezza. Ad esempio quando esci con gli amici per un fine settimana, metti musica in macchina, scherzi, visiti un villaggio, giochi a carte, fai una passeggiata nel bosco, fai la spesa, ti fermi a mangiare insomma, in un ristorante ci provi per stare bene sotto tutti i punti di vista….

Niente Federico Quaranta questa volta al tuo fianco ma la bella e talentuosa Roberta Morise, pensi di averla guadagnata ?

Impossibile fare paragoni, con Fede ci conosciamo da quasi 25 anni siamo praticamente fratelli in quanto io sono figlio unico, abbiamo una complicità storica, possiamo parlare di Motogp, calcio, bere una birra fresca guardando video pazzi … ma il bello è che posso fare tutto questo anche con Roby… scherzi a parte, con lei c’è già un’alchimia incredibile a livello mentale mentre fisicamente è di una bellezza disarmante ed è anche più alta e attraente di Fede! Dai, dico sul serio… sono già uscito troppe volte a cena con Fede… per un po’ lo tradirò con Roby… ma Faith mi era e mi sarà sempre vicino. ..

Federica De Denaro anche con voi due in Camper, come dividerete i compiti?

Alla competizione tra regioni ci penserai tu, il titolo è “nella vecchia trattoria”. Ogni settimana si sfideranno ad hoc gli chef di due regioni e ogni giorno la sfida sarà basata su un tema (dal prodotto a chilometro zero alla griglia) Conosco Federica da tanti anni e la sua competenza è una garanzia.

Ti sei prefissato degli obiettivi in ​​termini di valutazioni?

Vai dove ti porta il cuore…

Cosa guarda Tinto in televisione, cosa gli piace, cosa non gli piace e cosa vorrebbe vedere che non c’è?

Molti sport, in particolare il calcio. Non ho paura di dire che tifo la Juventus, ma in generale quando ho tempo guardo tutte le partite, dalla Champions alla Premier League. Adoro le serie TV Pixar e i cartoni animati come Ratatouille che posso godermi con mia figlia. In TV mi piacerebbe vedere più sperimentazione di quello che si fa oggi sui social attraverso video virali… molti dicono di voler “osare” ma in realtà pochi lo fanno davvero..

Congratulazioni ai tuoi tifosi di calcio, sei un uomo di gusto. Arriva il Genio della lampada che ti esaudisce tre desideri, cosa gli chiederesti?

Per prima cosa gli chiederei una cosa personale, gli chiederei di riportare sulla terra mio suocero che purtroppo è volato in cielo il giorno prima del matrimonio così da poter celebrare nuovamente la cerimonia facendogli accompagnare mia moglie all’altare e presentarlo ai suoi nipoti. Poi gli chiederei di farmi diventare erede di Corrado facendomi tornare un attimo da mia nonna per dirle: l’ho fatto, sono lì nella scatola quadrata, guardami, ti ho accontentato, sono un bravo padre e anche un bravo presentatore… la gente può fidarsi di me… il terzo augurio non lo chiedo perché c’è la crisi… mi accontento di due quindi forse ho più speranza! Grazie TvBlog 😃

Grazie a te Nicola e buona fortuna!

Leave a Reply

Your email address will not be published.